martedì 26 luglio 2022

Sai riconoscere un caffè buono? Ecco le caratteristiche di una miscela di qualità

riconoscere caffè buono

condividi

autore: Redazione

Un caffè buono si riconosce subito, già all'apertura della confezione. Ma quali sono le sue caratteristiche prima e dopo l'assaggio? Impariamo a riconoscerle.

Per moltissime persone il caffè è un rito quotidiano irrinunciabile. È bevuto al mattino, per stimolare i sensi e migliorare l'umore, oppure nel corso della lunga giornata, per conciliare un pasto o accompagnare una piacevole pausa dallo studio o dal lavoro. In qualsiasi occasione, non possiamo rinunciare a quel profumo familiare e a quel sapore intenso che il caffè ci regala. Un'aroma che ci delizia, ci rassicura e ci mette a nostro agio, permettendoci di socializzare, di rilassarci e di prendere la vita dal verso giusto.

In Italia siamo grandi bevitori di caffè. Se, da un lato, questo ha portato allo sviluppo di una grande cultura nel nostro Paese, sviluppatasi attorno a questa bevanda, l'altro lato della medaglia ci mostra una realtà più "amara": poche persone sanno riconoscere un caffè buono o sanno quali sono le sue caratteristiche.

Noi di Caffè Roen, che abbiamo fatto dello studio e della ricerca sul buon espresso uno stile di vita, ci proponiamo la missione di diffondere una maggiore consapevolezza, perché crediamo che una materia prima così eccezionale come il caffè debba essere trattata adeguatamente e che i consumatori, in ogni caso, meritino di gustare un prodotto di qualità.

Per riconoscere un caffè buono non serve essere professionisti. Le cose da tenere a mente sono poche, ma essenziali. Vediamo quali sono.

Percentuale di arabica e robusta


Come certamente saprete se avete letto il nostro articolo sulla differenza tra varietà arabica e robusta, esistono due diverse specie di piante i cui semi vengono utilizzati per la nostra bevanda: la Coffea arabica e la Coffea caephora. Due piante diverse che danno origine a due diversi caffè: quello di varietà arabica e quello di varietà robusta.

Anche se alcune caratteristiche dell'arabica potrebbero far pensare che quest'ultima dia origine sempre a un caffè migliore (il caffè arabica ha una minor quantità di caffeina, un'aromaticità più complessa e un costo maggiore), in realtà non è detto che sia sempre così. La varietà robusta, infatti, non ha per forza una qualità inferiore e, anzi, contribuisce in tazza a una formare una crema più consistente e a controbilanciare l'acidità, a volte eccessiva, dei caffè arabica.

Quello che è importante, e che ci aiuta a distinguere un buon caffè da un caffè mediocre, è che la percentuale di arabica e robusta siano sempre segnalate sulla confezione. L'indicazione di queste percentuali, infatti, è sempre un buon segno: indica che si ha a che fare con una torrefazione trasparente, che comunica alla pari con i suoi consumatori e che non si nasconde dietro etichette di dubbia comprensione. Infatti, anche se arabica e robusta contribuiscono in ugual modo a creare una bevanda unica, restano due prodotti molto diversi.

Caffè in grani o in polvere?


Chi ci conosce, lo sa. Nella nostra torrefazione artigianale abbiamo deciso di commercializzare solamente caffè in grani. Abbiamo preso questa decisione perché vogliamo un prodotto eccellente, nel quale il gusto e gli aromi siano conservati al meglio.

In seguito alla macinatura, infatti, si perdono fino al 70% delle sostanze aromatiche presenti nel caffè, lasciando un prodotto comunque buono, apprezzabile, ma inferiore rispetto a un prodotto in grani. Per questo motivo, è preferibile che il caffè sia confezionato in grani, da macinare subito prima dell'estrazione.

C'è poi un altro vantaggio del caffè in grani ed è la possibilità di apprezzare le caratteristiche fisiche del prodotto, con la sua forma e i suoi colori, prima della riduzione in polvere, in modo da effettuare un esame ancora più accurato della sua qualità.

Controllo visivo e olfattivo del caffè in grani


Ancora prima dell'assaggio è possibile avere qualche indizio sulla bontà del nostro caffè. Non appena apriremo la confezione, saremo investiti dall'odore dei grani: un buon caffè ci inebrierà con un profumo intenso, un aroma piacevole e coinvolgente che è già in grado di risvegliarci. In base alla varietà del caffè e al tipo di tostatura, quest'odore può ricordare essenze fresche, fruttate o floreali, oppure note più "secche", vicine al cioccolato e al pane tostato. In ogni caso, però, un caffè buono non dovrà avere sentori sgradevoli, come quello di bruciato, di juta o di stantio.

Da controllare, inoltre, è l'aspetto dei chicchi. A prescindere dalle varietà nella miscela, i chicchi devono risultare gonfi, integri e devono avere una buona grandezza. Il colore deve essere uniforme:troppo chiaro, né troppo scuro.

Crema del caffè


Una volta preparato il caffè, a indicarci per prima la qualità del nostro espresso sarà proprio lei: la crema. Oltre ad aggiungere una consistenza piacevole alla nostra tazzina, la crema del caffè ha l'importante funzione di mantenere in tazzina tutte le particelle volatili che compongono il bouquet aromatico del nostro caffè.

La crema, che si forma solo se il caffè espresso è realizzato correttamente, è legata legata al contenuto di grassi nel nostro caffè. Nelle miscele con una maggiore quantità di oli, come quelle ad alto contenuto di arabica, la crema sarà più elastica, levigata e lucida. Viceversa, una percentuale di caffè robusta contribuirà a fornire alla crema un maggior volume e porosità.

Ferme restando queste differenze, la crema di un caffè buono deve avere una trama omogenea, sottile e un bel color nocciola.

L'assaggio


Eccoci arrivati al momento fatidico: l'assaggio. Anche in questo caso, sono le note di bruciato e l'eccessiva amarezza che possono indicarci un caffè di cattiva qualità, anche se molti problemi in questa fase possono essere dovuti anche a una cattiva estrazione del nostro caffè.

In generale, ti consigliamo di imparare a riconoscere le varie sensazioni legate alla degustazione del caffè e di soffermarti un minuto in più per apprezzare il retrogusto, che deve essere dolce e pulito, senza sensazioni indesiderate.

Voglia di un buon caffè? Prova Caffè Roen


Per realizzare un buon caffè ci vuole un'ottima materia prima. All’interno del nostro shop trovi il miglior caffè in grani per i tuoi momenti di piacere e di condivisione.

Scopri il caffè della nostra torrefazione artigianale e prova le nostre miscele e i nostri caffè monorigine. Non accontentarti del solito caffè: con Caffè Roen scopri un mondo di sensazioni uniche.

P.S. Ora che sai come riconoscere un'ottima materia prima, potrebbe interessarti scoprire come si prepara un buon espresso!
Iscrivimi alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per essere sempre aggiornato su tutte le novità e le promozioni