venerdì 18 marzo 2022

Come fare un cappuccino perfetto... firmato Caffè Roen!

Come fare cappuccino perfetto

condividi

autore: Redazione

Il cappuccino è una delle preparazioni più famose a base di latte e caffè, una delle più amate, ma anche la più difficile da preparare! Vediamo come si fa

Il cappuccino è una delle preparazioni che meglio descrivono la maestria e la competenza di un barista. Per preparare un cappuccino perfetto, infatti, non basta padroneggiare gli strumenti necessari alla sua preparazione, ma bisogna soprattutto conoscere bene la materia prima con cui si lavora, come questa si comporta e come si trasforma. Insomma, servono competenze tecniche ed esperienza che non si possono improvvisare!

In questo articolo, ti spieghiamo come preparare un cappuccino perfetto e quali sono i segreti per non sbagliare nessun passaggio. Se sei curioso di sapere qual è il metodo di preparazione di una crema di latte impeccabile e quali sono le migliori varietà di caffè espresso per il cappuccino, sei nel posto giusto!

Le misteriose origini del cappuccino


Oggi il cappuccino è una bevanda diffusa e amata in tutto il mondo. Basti pensare che la "Latte Art", ovvero l’arte di creare forme e disegni con la crema del cappuccino, ha spopolato addirittura in Giappone, dove gli artisti arrivano a creare niente di meno che sculture tridimensionali con la schiuma, dando vita ad animali e vari personaggi.

Ma se vogliamo risalire all’origine di questa bevanda, ci troviamo davanti a un vero mistero. Ci sono, infatti, più versioni della storia sull’origine del cappuccino e sul perché sia stata battezzato con questo curioso nome. Secondo alcuni, il cappuccino altro non sarebbe che una versione adattata del "Kapuziner", una bevanda che si consumava nei caffè di Vienna già a partire dal XVII secolo. Il "Kapuziner", che tradizionalmente veniva consumato con la panna, sarebbe in seguito arrivato nel Bel Paese tramite i soldati austriaci. È proprio in Italia, secondo la storia, che la crema di latte avrebbe preso il posto della panna, dando origine alla bevanda che conosciamo oggi.

Ci sono altre versioni della storia, che hanno sempre in comune la città di Vienna. In una di queste, la bevanda fu inventata da un frate cappuccino, tale Marco d’Aviano, nel 1693. L’assegnazione del nome fu quanto meno scontata quando il frate fu visto alla corte dell’imperatore Leopoldo I con il tipico cappuccio del suo ordine, di color marrone.

Un’ultima versione, tra le storie sull’origine del cappuccino, ci sembra particolarmente originale. Avete presente la testa calva dei frati cappuccini, che in seguito alla pratica della "tonsura" si tagliano i capelli solo al centro, lasciando i capelli tutt’attorno? Ecco, secondo alcuni questo insolito taglio di capelli assomiglierebbe proprio alla schiuma del latte, con il marrone del caffè intorno, e da qui il nome. Veramente non c’è limite alla fantasia!

Come si prepara il cappuccino perfetto?


Ma veniamo al dunque. Del resto, se sei qui, è perché vuoi imparare a fare un cappuccino perfetto!

La prima cosa che devi sapere è che, per la preparazione di un buon cappuccino, il latte più indicato è quello intero. Questo tipo di latte, infatti, non viene sottoposto al processo di scrematura, e perciò contiene tutte le proteine (caseine e proteine del siero) che servono a formare la crema e dare al latte una miglior corposità. Contiene, inoltre, i grassi: indispensabili per dare al latte maggior sapore.

Per creare la consistenza giusta della crema di latte, che deve essere morbida e vellutata, c’è un’altra cosa che dobbiamo tenere a mente: il latte deve essere rigorosamente fresco. È quindi da evitare quello a lunga conservazione (UHT).

Il segreto è nella schiuma: come montare il latte


Per avere una crema di latte perfetta, bisogna seguire i passaggi corretti con rigore quasi scientifico. Segui alla lettera i passaggi che ti descriviamo e - parola nostra - la schiuma del tuo cappuccino sarà ineccepibile!

La prima cosa da fare è riempire il bricco per metà di latte, che deve essere freddo. La lancia del vapore, che servirà ad insufflare aria all’interno del nostro latte, dovrà essere posizionata quasi al centro del bricco, ma leggermente spostata verso uno dei lati. In questa fase, bisogna fare particolare attenzione: la punta della lancia a vapore, definita "ugello", deve rimanere sempre appena sotto la superficie, per cui il bricco dovrà essere abbassato mano mano che il latte cresce di volume.

Quando la temperatura del latte raggiunge quella della mano, ovvero tra i 35° e i 37°, è il momento di immergere la lancia a vapore completamente e ruotarla leggermente. In questo modo, il latte inizierà a vorticare su sé stesso e, mentre sale la temperatura, ingloberà una quantità d’aria ancora maggiore.

Quando il bricco diventa bollente, ci siamo. Il latte sarà ora intorno ai 65°, che è la temperatura ideale per assemblare il nostro cappuccino. Facciamo roteare il bricco un paio di volte, giusto il tempo di compattare al meglio la crema e renderla più lucida, et voilà! Abbiamo superato con successo la parte più complessa della preparazione, montando il latte a regola d’arte.

I segreti del cappuccino perfetto


Sei impaziente di provare a preparare il tuo cappuccino a regola d’arte? Prima di lasciarti, vogliamo darti qualche altro consiglio veloce che renderà la preparazione del cappuccino ancora più facile!

Innanzitutto, quando parliamo di cappuccino, le proporzioni sono fondamentali. La quantità di caffè nel drink non deve superare il 25%. Parlando proprio del caffè, non serve neanche dirlo: un cappuccino eccezionale si prepara solo con un espresso di qualità. Da preferire è sicuramente un caffè dal gusto intenso, con crema dalla tessitura fine e compatta, come le nostre ottime miscele Caffè 100% Arabica Gourmet - Espresso Bendinelli e Caffè 100% Arabica - Caffè Roen.

Un ultimo consiglio: servi il tuo cappuccino su tazza di ceramica. Tratterrà meglio tutto il calore e tutta la bontà del tuo cappuccino perfetto.

P.S. La moka è un’altra delle preparazioni sulle quali c’è sempre qualcosa da imparare. Se sei curioso, ne abbiamo parlato qui.
Iscrivimi alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per essere sempre aggiornato su tutte le novità e le promozioni